MIM 0444888143  viic89000e@istruzione.it  Cod. Mecc. VIIC89000E Cod. Fatt. UF1VNQ

IL LABORATORIO DI SCULTURA SU PIETRA

Scopo

Il Laboratorio di scultura su pietra è un vero e proprio fiore all’occhiello della Scuola secondaria “G. Zuccante”, che la contraddistingue sul territorio. L’attività, che è coordinata dal Professor Raffaello Peotta, ha lo scopo di far conoscere e valorizzare un antico e nobile mestiere, quello dello scalpellino, molto diffuso in passato nel territorio vicentino e berico. Nei comuni di Grancona e, dove opera la nostra scuola media, si trovano ancora cave attive in cui si estrae la pietra tenera e alcune botteghe artigiane che lavorano questo bellissimo ed interessante materiale.
Anche il grande architetto Palladio da giovane fu scalpellino e utilizzò questa pietra per le sue ville e palazzi. Per ricordarlo gli allievi e le allieve del Laboratorio hanno realizzato alcuni lavori a lui dedicati. Sono stati infatti realizzati dei bassorilievi in pietra delle facciate delle principali ville progettate dal grande architetto vicentino.

Nasce
L’iniziativa didattica è nata da un’idea e per volontà del Prof. Giuseppe Vencato che, circa 15 anni fa, ha allestito un moderno ed attrezzato laboratorio di scultura. Da 6 anni il responsabile del laboratorio è il prof. Raffaello Peotta. Fin dagli esordi le attività pratiche all’interno del laboratorio sono state seguite e supportate da un esperto esterno, il M° artigiano Aldo Peotta. Attualmente nel Laboratorio vi è la presenza costante del Maestro Scultore Gianfranco Tancredi, che ci aiuta con la sua esperienza e abilità nell’affrontare il duro lavoro della pietra. In pochi anni dal suo avvio il Laboratorio è diventato una piccola ma efficiente “bottega” artigiana sul modello di quelle rinascimentali. Il Maestro Tancredi svolge la sua attività di esperto dal mese di ottobre al mese di aprile per due ore settimanali di didattica pratica in laboratorio. Ci aiuta inoltre ad allestire le varie mostre che si svolgono durante l’anno, l’esposizione di Campolongo in collaborazione con la Pro Loco Val Liona e la mostra di fine anno scolastico. La sua preziosa attività è sostenuta dai contributi dell’Associazione Artigiani di Vicenza e in parte dalla Regione Veneto.
Il nostro è un lavoro collettivo, fatto insieme come fossimo in una bottega artigiane di un tempo. Gli strumenti manuali con cui lavoriamo la pietra sono quelli di una volta. Nel nostro laboratorio, sempre bianco di polvere di pietra calcarea, non abbiamo i moderni computer che ci aiutano, ma solo la nostra fantasia ed immaginazione che ci porta a creare delle piccole opere (d’arte) partendo da una materia inerte e povera, ma ricca di grande fascino.

Premi
E’ importante evidenziare che questa bellissima ed interessante esperienza scolastica è unica ed originale nel panorama delle Scuole secondarie del vicentino e del Veneto e meriterebbe di essere fatta conoscere maggiormente al di fuori del nostro territorio.
Nell’anno scolastico 2013/2014 il nostro Laboratorio ha avuto due riconoscimenti importanti e significativi: il primo posto al Concorso Premio Marzotto come esperienza didattica innovativa e il primo premio al concorso “L’Artigianato del tuo paese” indetto dall’ Associazione Artigiani di Vicenza.

 [mls_gallery id=”2281″ cols=”4″ g_title=”off” g_subtitle=”off” title=”on” subtitle=”on” desc=”on”]